Italia

7 ottobre 1985: Italia contro U.S.A. – Una conversazione con Bobo Craxi (seconda parte)

588 Visite

Franco Garofalo ha realizzato questa conversazione con Bobo Craxi, di cui oggi pubblichiamo la seconda parte. Qui la prima. Ndr Bobo, da parte americana chi soffiava sul fuoco e voleva un braccio di ferro con il governo Craxi, durante la crisi Achille Lauro/Sigonella? Certamente l’ala più oltranzista, più conservatrice, più filoisraeliana dell’amministrazione americana. Lo stesso Michael Ledeen ne era l’espressione; più che soffiare sul fuoco, si determinò una situazione per la quale non fecero valere né il realismo politico né la consapevolezza che il quadro politico italiano fosse saldamente legato al fronte occidentale: nel pieno della guerra fredda gli italiani…

Continua a leggere

7 ottobre 1985: Italia contro U.S.A. – Una conversazione con Bobo Craxi (prima parte)

727 Visite

Franco Garofalo ci dona, a partire da oggi, la trascrizione di una conversazione con Bobo Craxi intorno ai fatti di Sigonella e dei suoi importanti risvolti per la storia del nostro Paese. Vittorio “Bobo” Craxi è figlio di Bettino Craxi, capo del governo italiano dall’agosto del 1983 all’agosto del 1986, di nuovo fino al 17 aprile 1987 e protagonista decisivo della cosiddetta crisi di Sigonella. Per suo conto, Bobo è stato deputato nella XIV legislatura (30 maggio 2001- 27 aprile 2006); Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri, con il governo di Romano Prodi, dal 17 maggio 2006 all’8…

Continua a leggere

La povertà si nutre di giovani. Ecco i dati per l’Italia, terrificanti

/
432 Visite

La povertà si nutre di giovani Proprio così, la povertà si nutre di giovani. Ha fame e senza le adeguate politiche divora il futuro di tantissimi, troppi ragazzi e ragazze. Anzi, divora anche il loro presente. Apprendiamo questi dati dall’agenzia 9Colonne: Quasi un adolescente su dieci in Italia (9,4%) tra i 15 e i 16 anni, pari a più di centomila ragazze e ragazzi, vive in condizioni di grave deprivazione materiale. Il 17,9% afferma che i genitori hanno difficoltà nel sostenere le spese per cibo, vestiti e bollette e l’11,6% ammette di non poter comprare un paio di scarpe nuove…

Continua a leggere

Ecco i Paesi che abbandonano l’Ucraina. La guerra fondamentale per “salvare l’Occidente” non è più una priorità

376 Visite

Improvvisamente la guerra per salvare l’Occidente non sembra interessare più molto quei Paesi che hanno nella vicenda un ruolo cruciale. Come gli Stati Uniti, con le recenti dichiarazione di McCarthy; la Polonia, che è sempre stata tra i sostenitori più severi di Kiev e anche la più vicina sul territorio, quasi da condividere, sembrava, lo stesso destino. Ma anche i maggiori 5 Paesi in Europa stanno prendendo nuove e inattese misure. Ecco i Paesi che abbandonano l’Ucraina. Ecco i Paesi che abbandonano L’Ucraina. Cominciamo dalla Polonia La Polonia volta le spalle a Kiev: lo ha annunciato il suo primo ministro,…

Continua a leggere

Massoneria, facciamo il punto. Ecco l’elenco aggiornato delle Obbedienze massoniche italiane attive

//
2.8K Visite

Quante sono le Obbedienze massoniche in Italia? C’è chi dice un centinaio, chi arriva a duecento. Insomma, si danno i numeri. Poiché la Massoneria è diventata per il nostro giornale un tema ricorrente e la studiamo ormai in modo sistematico, abbiamo pensato di presentare ai nostri lettori e lettrici l’elenco aggiornato delle Obbedienze massoniche italiane attive. Obbedienze e Ordini, per essere più precisi, la cui differenza vedremo con articoli in futuro. Ragioni dell’elenco Sono ancora disponibili online elenchi di Obbedienze che ci paiono obsoleti, in quanto contengono diversi nomi di strutture massoniche che negli anni si sono fuse tra loro…

Continua a leggere

La prima Repubblica italiana come Cesare. Speriamo di non doverla rimpiangere come Cicerone. Serve Laicità

/
248 Visite

Nell’osservare l’attuale situazione politica, non appare, infatti, molto diversa da quella con cui Cicerone, all’indomani della morte di Cesare, invocava il ritorno alle istituzioni repubblicane. Tornato precipitosamente dall’esilio, abbandonato il proposito di tenersi lontano dalla politica, l’ormai anziano oratore si getta a capofitto nel conflitto politico apertosi dopo le Idi di marzo. Vincendo lo sgomento seguito all’assassinio di Cesare, finisce col giustificare la congiura di Bruto e col legittimare il tirannicidio. Invoca i congiurati a prendere il potere e a ristabilire la legalità, e infine si appella al popolo romano per restaurare la gloriosa repubblica. Dopo il primo entusiasmo, l’Arpinate…

Continua a leggere

Occidente VS Paesi BRICS, la guerra che gli USA non possono perdere e l’ipocrisia di cui vogliamo fare a meno

210 Visite

Quando Draghi ha domandato se preferissimo avere la pace o il condizionatore, avremmo dovuto rispondere che il condizionatore è la pace. Qualche anno fa questa affermazione sarebbe sembrata uno slogan del consumismo, oggi vuol dire che la pace è la condizione necessaria per potere usare il condizionatore, cioè fare accordi tra Paesi, tra aziende, comprare e vendere energia nella serenità delle parti. Certo, per capirlo bisognerebbe avere a cuore l’economia reale, che è un fatto della natura e segue leggi universali, e non la finanza, che ha il potere di separare ciò che dio ha unito altrimenti non riesce a suscitare timori…

Continua a leggere