scrittrice

“Le nostre mogli negli abissi” di Julia Armfield, ovvero l’abisso della nostra coscienza

520 Visite

Parliamo del romanzo Le nostre mogli negli abissi di Julia Armfield Gli abissi marini sono case infestate: luoghi dove cose che non dovrebbero nemmeno esistere si aggirano nell’oscurità”. Irrequieto, è questo il termine che usa Leah, inclinando la testa di lato come per reazione a un qualche rumore, anche se è una serata tranquilla: fuori dalla finestra solo il monotono brusio della strada e ben poco che solleciti l’udito. “L’oceano è irrequieto,” dice “non hai idea di quanto sia profondo. Vai giù, sempre più giù, e ci sono cose che si muovono. Julia Armfield è un’autrice inglese rimasta inesplorata finora,…

Continua a leggere

Nastri rosso sangue, ovvero “Cleansed” e il Teatro di Sarah Kane tra amputazioni e girasoli

/
667 Visite

Il contesto storico, la depressione, la rivelazione attraverso Roland Barthes Nel 1998 una giovane drammaturga inglese osserva uno scaffale pieno di testi teatrali e capisce che nessuno di quelli dice quel che è necessario venga detto. L’iron lady si è appena dimessa, la Gran Bretagna e Londra in particolare pullula di giovani in giacche di pelle e sorrisi strafottenti che esigono cambiamento. Non solo: questi giovani esigono di essere ascoltati. Il crollo del muro di Berlino ha segnato un momento cruciale per la storia, e ha comunicato chiaramente che come si alzano, così i muri possono essere abbattuti – non…

Continua a leggere