tartufo funghi e vongole - GLi spghetti Mari e monti di Rosmunda Cristiano

Spaghetti ‘Mari e monti’ secondo Rosmunda Cristiano. Tartufo, funghi e vongole

567 Visite

Mi hanno regalato un Tartufo! Adesso non è che tutti i giorni regalano tartufi così, soprattutto dalle mie parti poi. Noi siamo gente di mare e i tartufi in qualche modo li guardiamo sempre con una certa diffidenza.

Che sia chiaro non abbiamo nulla contro questa prelibatezza, solo che quando decidiamo di andare a fare una passeggiata è più probabile ritrovarsi a riva del mare a cercare telline, che non per boschi in cerca di tartufi!

Mi è stato consegnato ben sistemato in un barattolo di vetro , avvolto dentro un fazzoletto di carta multistrati. Una volta aperto, l’odore di certo non era dei migliori perché, diciamocelo, la prima folata sa di gas mescolata a terra umida e muffa. Delicatamente l’ho posato sul palmo della mano e ho cominciato a pensare come usarlo.

Non so per quale motivo mi sono ritrovata a fare un salto nel passato, agli anni ’80, quando uno dei piatti più in voga del momento erano gli spaghetti mari e monti: la montagna che incontrava il mare!

Bene, da buona napoletana avrei fatto la mia versione Mari e monti. Avrei fatto incontrare il tartufo funghi e vongole. Nulla di azzardato o di difficile, solo di estremamente semplice e soprattutto delizioso.

Mettiamoci all’opera!!!

Ingredienti per 2 persone:

1 Tartufo medio

180 gr di spaghettoni quadrati trafilati al bronzo

15 gr di funghi porcini secchi

250 gr di vongole fresche

2 spicchi di aglio

Prezzemolo q.b.

Olio evo 6 cucchiai

1/2 bicchiere di vino bianco

Pepe nero macinato fresco

Preparazione Spaghettoni Mari e monti con tartufo funghi e vongole

Per prima cosa trasferiamo i funghi porcini secchi in una ciotola, ricopriamoli con dell’acqua calda e lasciamoli in ammollo per circa 3 ore. Trascorso il tempo, scoliamo bene i funghi, strizziamoli e sminuzziamoli. Conserviamo l’acqua dove sono stati in ammollo.

In una pentola versiamo due cucchiai di olio, lo spicchio di aglio e il gambo di prezzemolo e lasciamo soffriggere, versiamo le vongole e lasciamole cuocere per pochi minuti a fuoco vivo, devono aprirsi tutte. Sgusciamo i molluschi e filtriamo il sugo con un colino.

Prendiamo una padella larga e dal fondo spesso, versiamoci 4 cucchiai di olio, l’aglio e il prezzemolo. Lasciamo soffriggere , versiamoci i funghi, facciamoli rosolare per 5 minuti, avendo cura di togliere l’aglio e il gambo di prezzemolo, aggiungiamo le vongole mescoliamo bene, aggiungiamo il sugo delle vongole, lasciamo cuocere ancora per qualche minuto, sfumiamo con il vino bianco e lasciamo evaporare la parte alcolica, aggiustiamo di sale se occorre.

Cuociamo i nostri spaghettoni solo per metà del loro tempo di cottura, dopo trasferiamoli nella padella dove precedentemente avremmo aggiunto due mestoli dell’acqua dei funghi, e completiamo la cottura.

Impiattiamo i nostri spaghettoni, con l’aiuto di una mandolina decoriamo il piatto con petali di tartufo e una spolverata di pepe nero macinato fresco e serviamo. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

I post più recenti nella categoria La cucina di Rosmunda