fabrizio de andré

Gigi Riva e la parola «campione»

427 Visite

Se ne va Gigi Riva e con lui le immagini della nostra vita Ha ragione, di fondo, Paolo Fresu: di Gigi Riva si dovrebbe solo parlare, come si è sempre fatto per un mito, ci si affida alla tradizione orale. E poi scrivere di Riva è al tempo stesso facile e difficilissimo. Facile, poiché le storie che lo riguardano sono talmente poetiche che verrebbero bene anche al più modesto degli scrittori, difficilissimo perché aggiungere qualcosa di realmente sensato, a quelle stesse storie, corre il rischio della sgualcitura. Eppure scrivere di Riva mi pare quasi obbligatorio, con rischio annesso. Per lui, semmai,…

Continua a leggere

Maurizio di Tollo come Capitan Harlock: pirati dalla sconfinata umanità

914 Visite

Nella carriera artistica di Maurizio di Tollo – batterista, compositore, autore, cantante, polistrumentista che, sono parole sue, «dal 2001 al 2014 ha infilato le bacchette in una trentina di dischi di rock progressivo italiano». E qui si fa riferimento a band come “Distillerie di Malto”, “Moongarden”, “La Maschera Di Cera”, “Finisterre”, “Hostsonaten”, “Rohmer”, “L’Ombra Della Sera” e “ADM”, oltre ad aver calcato «palchi italici, europeici e americhevoli, distribuendo prog come i vecchi che sono di mazzo distribuiscono le carte, nel giuoco della briscola» – incontriamo già una mappa, alcune coordinate per entrare in contatto con la sfera più intima di…

Continua a leggere