film

“Fela, il mio dio vivente” – il film. Videointervista al regista Daniele Vicari e ai produttori

349 Visite

Fela, il mio dio vivente. La trama e la lavorazione del film nella videointervista al regista Daniele Vicari e ai produttori Guarda la videointervista È in uscita nelle sale, in questi giorni, il film di Daniele Vicari Fela, il mio dio vivente, prodotto da Fabrique Entertainment con Luce Cinecittà e RAI Cinema (guarda il trailer). Abbiamo intervistato il regista e i produttori Giovanni Capalbo e Renata Di Leone per conoscere meglio questa strana creatura, che contiene una appassionante narrazione dentro una cornice di film documentario. È la storia di Michele Avantario, un ragazzo che negli anni Ottanta a Roma scopre…

Continua a leggere

“Accattaroma”. Intervista con il regista Daniele Costantini sul film che a febbraio uscirà nella sale

671 Visite

Il regista e sceneggiatore Daniele Costantini, David di Donatello per l’opera prima nel 1979, sperimentatore intransigente e nomadico, mina vagante nell’autocensorio cinema italiano, è autore del film Accattaroma, in uscita nelle sale a febbraio 2024, e un caro amico da molti anni. Dopo la visione di Accattaroma ti dissi subito che mi sembrava un lavoro notevole; grande nella scelta del Mandrione, una promenade nel non-tempo della periferia; grande nella scelta dei personaggi e della loro guida, Vittorio, e nel bianco e nero di Maurizio Calvesi. Definiresti il tuo film neo-realista o neo-surrealista? Neorealista no… Il Mandrione è un set involontario,…

Continua a leggere

Donne a pezzi: Barbie e la domanda senza risposta sull’identità femminile

526 Visite

Pubblichiamo questo scritto dopo l’uscita del film che ha fatto discutere. Non una recensione, scrive l’Autrice, bensì una riflessione su Barbie e l’identità femminile. Per noi è un racconto che si potrebbe intitolare Nascita di una femminista, che trova nelle contraddizioni sia il motivo di essere femministe sia la difficoltà che ciò comporta in un mondo maschile, lineare, un labirinto assoluto, il peggiore che esista proprio nel rettilineo che traccia nel mondo, un’unica strada che non pare si possa abbandonare, pena addentrarsi in un deserto di possibilità. Buona lettura. Barbie e l’identità femminile. La filosofia dà il meglio di sé…

Continua a leggere

Giuliano Montaldo: l’arte di non compiacere

582 Visite

Il fato ci ha portato via questa volta il novantatrenne regista e sceneggiatore Giuliano Montaldo, giusto durante i giorni in cui la Mostra del Cinema di Venezia – giunta all’ottantesima edizione – è in pieno svolgimento. È comprensibile che a coloro che sono diventati adulti negli ultimi venti anni il suo nome non dica molto, se non attraverso le storie del cinema o i dibattiti occasionati dalle presentazioni del restauro di suoi film. Eppure Montaldo è stato, oltre che un professionista d’indiscutibile talento, un protagonista dell’internazionalizzazione del nostro cinema nei suoi anni migliori. Giuliano Montaldo, gli esordi e la personale indipendenza…

Continua a leggere

A proposito di Oppenheimer e la Bhagavad Gītā

1K Visite

Parliamo di Oppenheimer e la Bhagavad Gītā. L’uscita nelle sale della grande produzione Oppenheimer diretta da Christopher Nolan, regista londinese considerato – a giusta ragione – il top che possa offrire oggi Hollywood in tema di cinema “impegnato”, ha sollevato un importante dibattito pubblico sul tramonto delle guerre convenzionali, dopo la costruzione dell’arma atomica e il suo impiego nel bombardamento di Hiroshima del 6 agosto e di Nagasaki il 9 agosto 1945. Un motivo appena minore, per la vasta eco del film, è l’interesse sempre risorgente per le più importanti personalità della scienza moderna, fisici e matematici in particolare: A…

Continua a leggere

Romanzo Radicale. Noi tutti siamo Marco Pannella

/
181 Visite

Marco Pannella eredità nazionale Quanto bisogno abbiamo di persone come Marco Pannella! Quanto abbiamo bisogno di persone così coraggiose, così intuitive, così colte e centrate. Quanto ha bisogno di persone come lui la classe politica italiana odierna. Ma lo abbiamo avuto, è uno dei nostri tesori nazionali. Un’eredità vera e spendibile. Abbiamo le sue battaglie e i risultati che ha conseguito, abbiamo i diritti civili riconosciuti chissà quanto in anticipo sul corso storico che altrimenti avrebbe avuto il nostro Paese, abbiamo i suoi discorsi, preziosissimi, conservati integralmente e sempre audibili, grazie a Radio Radicale – altro pezzo prezioso di questa…

Continua a leggere